A proposito di Ente Legati Carta-Meloni

25/07/2010

La storia dei …materassi

Filed under: Uncategorized — ipabcartameloni @ 00:03

Anche i materassi diventano un elemento di dissidio tra Sindaco e Commissario dell’Ente; sembra assurdo ma è la pura, tragica (ridicola?..) verità.
Chi ha letto i precedenti articoli è già al corrente che i beni della disciolta Cooperativa Culturale Carta Meloni sono custoditi nei locali del Collegio sotto la responsabilità del Commissario Liquidatore che ha le sue chiavi dell’immobile e che, dopo aver espletato tutte le necessarie formalità sta provvedendo alla loro vendita per Lotti.
…Vedi di seguito un estratto della disposizione di vendita…….
Cooperativa Carta – Meloni arl in liquidazione coatta amministrativa c/o il Comm. Liquidatore Boe Maria Rita Via Masones n.30 Oristano

“Il Commissario Liquidatore vende mediante gara informale i seguenti beni divisi per lotti al prezzo indicato oltre IVA 20%:
Lotto 1 ………..
Lotto 2 Arredi Stanze da letto e mensa armadi letti materassi comodini credenze etc.
Lotto 3 298 sedie
Lotto 4………..
Lotto 5 ……….
Lotto 6………..
Lotto7………..
Lotto 8 ………….
Lotto 9………….
Le offerte dovranno pervenire al domicilio del Commissario Liquidatore Dott.ssa Maria Rita Boe Via Masones n.30 entro il …………. Tel 0783/303000 – Fax 0783/777767

Due di questi :Lotto n.2 e Lotto n.3
sono stati acquistati da un eminente personaggio del paese che ha ha affidato a persone di sua fiducia il compito di caricarli sui mezzi e di trasportarli a destinazione; tutto questo sotto la vigilanza del Commissario Liquidatore e di una sua incaricata.
Al termine delle operazioni sono rimasti in campo, appoggiati al muro del Collegio, i materassi ricompresi nel Lotto n. 2 di cui qualcuno si voleva chiaramente disfare. Due giorni dopo, mentre mi trovavo a Cagliari, ho ricevuto alcune telefonate dalle guardie comunali che mi chiedevano conto dell’abbandono dei materassi perchè alcuni cittadini avevano protestato e perchè il titolare del servizio di raccolta rifiuti urbani si rifiutava di provvedere al loro smaltimento.
Risposi spiegando che ero il commissario dell’Ente, che la mia responsabilità era limitata agli immobili e non agli arredi in essi custoditi e che pertanto, per trovare soluzione al problema, dovevano essere interpellati il commissario liquidatore e l’eminente acquirente. Convinto che il problema fosse risolto anche perchè alcuni giorni dopo ebbi modo di verificare la scomparsa dei materassi dal luogo indicato, mi dimenticai della vicenda fino a quando incontrai il Sindaco che mi rimproverò per la mia negligenza e mi confidò, sorridendo sotto i baffi, che aveva dato disposizione di rimuovere i materassi e…….di nasconderli ….alla vista dei cittadini facendoli buttare dentro l’area del “campo piccolo” di proprietà della IPAB.
E’ così che si risolvono i problemi: i cittadini non vedono più i materassi e non si lamentano, l’eminente acquirente ed il Comissario Liquidatore non sono stati disturbati, le guardie comunali hanno ricevuto una esemplare lezione sulla rigidità e fermezza con cui si applica la legge, il Sindaco continua a ridere sotto i baffi ed il commissario della IPAB ….continua ad essere negligente e rompiballe.

Annunci
TrackBack URI

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: