A proposito di Ente Legati Carta-Meloni

14/04/2010

INCONTRO CON DIREZIONE GENERALE DELLE POLITICHE SOCIALI

Filed under: Uncategorized — ipabcartameloni @ 15:21

IPAB Ente Legati Carta Meloni
c/o Commissario Straordinario
vico E. d’Arborea n. 2
09075 Santu Lussurgiu

Al signor Sindaco
Comune di Santu Lussurgiu
Al signor Segretario Comunale
Al Responsabile Ufficio Tecnico
Ai signori Assessori
Ai signori Consiglieri Comunali

Cagliari 13 Aprile 2010

OGGETTO : Incontro con Direttore Generale delle Politiche Sociali, Assessorato della Sanità.

Si è svolto, il giorno 13 aprile 2010, il previsto incontro tra la Direzione Generale delle Politiche Sociali dell’Assessorato alla Sanità, Regione Sardegna ed il Commissario Straordinario della IPAB Ente Legati Carta Meloni per cercare di dirimere i problemi sorti a seguito della richiesta del Comune di Santu Lussurgiu di spostamento in altra area, di proprietà IPAB, dell’edificando Centro per la cura di persone con disabilità mentale di elevata dipendenza quale l’Autismo.
In rappresentanza dell’Assessorato alla Sanità erano presenti : l’Ing. Roberto Abis, Direttore Generale delle Politiche Sociali, la Dottoressa Paola Pau, Direttrice del Servizio Affari Generali, il Dr. Giangiacomo Serra, Responsabile Settore Affari Generali, Il Dr. Demuru e la Dottoressa Corrias del Settore Attuazione Programmi Comunitari, Nazionali e Regionali.
Dopo una rapida esposizione dei fatti e la risposta ad alcune richieste di chiarimento ho ribadito ciò che vado ripetendo fin dall’inizio di questa vicenda: il problema non è mai stato “il fare” (…il concedere l’area) ma il “come fare” (…a concedere l’area) e si è convenuto che tutti i passaggi formali vanno eseguiti, nel rispetto delle normative vigenti , della distinzione dei ruoli e dell’autonomia amministrativa di due Enti Pubblici tra i quali non esiste alcun rapporto di subordinazione.
L’Ing. Abis, chiamato ad altri impegni, invitava i presenti ad approfondire meglio tutte le questioni e suggeriva di chiedere preventivamente un parere all’Autorità di Gestione sullo spostamento dell’edificio.
La discussione è proseguita sugli altri aspetti ed è emersa, dal Servizio Attuazione Programmi Comunitari, l’esigenza di chiedere all’Amministrazione Comunale ulteriori delucidazioni.
E’ stato infine chiarito che nulla può essere fatto senza il consenso della IPAB, non solo in quanto proprietaria delle aree ma in quanto Partner del Comune nella partecipazione al Bando POR.
Distinti Saluti
Antonio Gavino Sanna

Annunci
TrackBack URI

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: